Numero 273: Editoriale

1 minuto/i di lettura

Volo Libero sta crescendo. In questo numero avrete molte occasioni per apprezzarne i contenuti, per imparare qualcosa di nuovo e per riflettere, trovando da voi le soluzioni migliori ad alcuni importanti ed originali temi che vengono trattati.

E’ il caso dell’articolo di Michael Nesler in cui si tratta della paura (in volo) sotto un’angolatura particolare e nel quale vengono forniti spunti interessanti e pratici (che funzionano davvero!) per affrontare tale condizione.

Molto vicina a detta tematica è quella trattata da Luca Basso, che riguarda lo stress in volo, ma sotto un profilo poco considerato; si cercherà di rispondere ad una domanda solo apparentemente banale alla quale ogni pilota dovrebbe trovare la propria risposta: volare senza stress è un punto di arrivo o può essere l’inizio di qualche problema?

Alessio Casolla entra nel focus della sua rubrica fornendoci validi consigli su come gestire la chuisura asimmetrica e come allenarci per raggiungere tale obiettivo.

La pagina solitamente dedicata al Presidente della FIVL è stata ceduta, questo mese, a Mirco Bardelli, il quale formula un invito a tutti i piloti per migliorare la loro formazione.

Lungo è il pezzo di Dennis Pagen; si tratta di una divertente ed istruttiva lettura sulle sue esperienze di volo in termica. Vale la pena gustarsela con calma, anche a più riprese, leggendola come fosse un mini romanzo. Siamo certi che tale scritto rievocherà molti ricordi di voli anche a ognuno di voi piloti.

Fabrizio Bedana ci regala consigli su come preparare il proprio paramotore, utili soprattutto ai neofiti o a chi si è avvicinato con troppa disinvoltura a tale disciplina.

Infine, potete leggere le due diverse sezioni meteo di Damiano Zanocco. In queti primi mesi egli getta le basi per successivamente entrare in interessantissimi dettagli. Anche se alcune cose possono sembrare scontate, nel rileggerle perfino il più preparato dei piloti avrà qualche nuova pillola sulla quale meditare e un nuovo modo di guardare il cielo.

Buona lettura, dunque, ricordandovi che tutti coloro che aderiranno al cartaceo potranno rileggere questo numero anche in tale forma tra qualche tempo. Ricordiamo che il prossimo numero, in uscita tra un mese circa, non verrà ristampato: chi vorrà conservarlo anche su carta, dovrà aderire subito all’iniziativa.

Tags:

Categorie:

Aggiornato:

Scrivi un commento